Tritadocumenti

Macinazione fine della documentazione cartacea: l'impianto tritadocumenti

distruggidocumenti

Nella sua gamma di sistemi Combinati Isve ha realizzato una versione speciale dedicata alla macinazione di documentazione cartacea.
L' impianto tritadocumenti è caratterizzato dalla possibilità di garantire facilmente tutte le 5 tipologie DIN di distruzione, dalla più grossolana alla più fine, con delle semplicissime regolazioni.Dal punto di vista dell’utilizzatore, basterà caricare la tramoggia ed avviare l’impianto (si possono rovesciare nell’unità di carico interi scatoloni).

 

macinazione carta

La macchina distruggidocumenti provvede alla prima macinazione della carta, riducendone la pezzatura a circa 3-4 cm.
I documenti premacinati sono scaricati in un mulino a lame ad alta velocità per il taglio finale.
Fra trituratore e mulino può essere inserita una piastra magnetica per evitare che l’introduzione accidentale di materiale ferroso danneggi il raffinatore.

Il “coriandolo” ottenuto da questo processo di taglio è aspirato ed insaccato da un elettroventilatore carrellato.
L’emissione di polveri in ambiente è ridottissima grazie all’applicazione di particolari cartucce in poliestere applicate sopra il ciclone (rilascio inferiore allo 0,5% per polveri di granulometria compresa tra i 0,2 e 2 micron).L’efficienza della filtrazione è garantita da due scuotitori che agendo sulle pieghe del filtro, ne compiono la pulizia scaricando il particolato direttamente nei sacchi di raccolta.

 

Tutte le funzioni dell’impianto tritadocumenti sono regolate da PLC.
La produttività del COMBI 50/66D-GR300 è pari a circa 150-250 kg/h di documentazione cartacea anche rilegata in grossi spessori.

DESCRIZIONE:

1 Unità di carico
2 Gruppo trituratore
3 Box insonorizzato per raffinatore (78-80 dB)
4 Aspiratore silenziato (80dB)
5 Box cartucce filtranti autopulenti
6 Sacchi di raccolta